Venezia, si beffava delle denunce a suo carico: arrestata borseggiatrice

borseggiatrici ok-2

Cvijeta, questo il nome della ventinovenne, abilissima borseggiatrice di origine croata, che da quasi un anno operava nel centro storico veneziano, derubando prevalentemente i turisti in attesa di servirsi di mezzi di trasporto pubblico e che ieri è stata arrestata.

Nella tarda mattinata di ieri la giovane è stata individuata dagli agenti di polizia ferroviaria della stazione di Venezia Santa Lucia ed è stata subito bloccata per un ordinario controllo preventivo. Durante i controlli è emerso che Cvijeta come del resto la maggior parte delle borseggiatrici, sempre con lo scopo di garantirsi l’impunità, nel corso degli anni ha fornito spesso generalità false e diverse tra loro. Gli accertamenti degli agenti della Polizia Ferroviaria hanno permesso di rilevare che sulla giovane era attivo un ordine di carcerazione, emesso dal Tribunale per i Minorenni di Milano. Il provvedimento, che era stato sospeso a suo tempo perché all’epoca dei fatti Cyijeta risultava incinta, ieri è divenuto esecutivo, aprendo così le porte del carcere alla borseggiatrice trascorrerà due mesi.

facebooktwitter