Turismo – Rizzotto “Si apre una nuova frontiera per il turismo emozionale veneto”

veneto

Il Veneto punta sul turismo emozionale. A sostegno di questo progetto la consigliera regionale Silvia Rizzotto  esprime grande soddisfazione “in quanto l’articolo 48 del collegato alla Legge Finanziaria (PDL n. 194) regolamenta il nuovo turismo ambientale”.

“Il turismo in Veneto – afferma la capogruppo Zaia Presidente – è una delle più importanti attività economiche, contribuisce in modo rilevante allo sviluppo del nostro territorio, e non solo. Tuttavia, di fronte ad una domanda sempre più diversificata, l’offerta turistica deve ora ricercare opportunità nuove”.

La nuova frontiera di cui parla Rizzotto si accinge ad ampliare il concetto di turismo al  rapporto con la natura, con la storia e la ruralità del territorio,  differenziandosi dalle strutture ricettive del turismo tradizionale.  Il collegato della Legge Finanziaria spiega l’esponente del Gruppo Zaia Presidente, prevede norme che regolamentano le diverse tipologie ricettive del turismo emozionale, con la salvaguardi al territorio veneto, attraverso la realizzazione di strutture ed edilizia che rispettino l’ambiente.

Silvia Rizzotto informa altresì che “tra le tipologie di strutture ricettive in ambienti naturali, disciplinate dalla normativa, rientrano gli alloggi galleggianti (edifici galleggianti saldamente assicurati in modo permanente alla riva o all’albero di fiumi e canali), le case sugli alberi (alloggi collocati in posizione sopraelevata dal suolo nell’ambito di contesti arboreo ad alto fusto), le palafitte (alloggi collocati stabilmente su superfici acquee), le botti (ossia camere poste all’interno di botti in legno utilizzabili dai turisti), le grotte (locali di pernottamento realizzati in cavità naturali)”.

“L’approvazione del collegato alla Finanziaria – conclude Silvia Rizzotto – contribuirà a diversificare  il turismo nel territorio veneto, dando vita a forme di ospitalità originali ed innovative in scenari naturali, nel pieno rispetto dell’ambiente, e determinerà altresì ricadute positive anche sul piano occupazionale”.

 

Azzurra Gianotto

facebooktwitter