terremoto-norcia-6-5-basilica-san-benedetto-crolli

Terremoto in centro Italia: Ingegneri Veneti candidati per le valutazioni di agibilità

Il terremoto ormai sta mettendo in ginocchio le regioni del centro Italia. Molti edifici sono crollati e altri attendono valutazioni e interventi perchè possano tornare agibili. La Foiv – Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto- in merito a questo rinnova la sua disponibilità a dare il proprio contributo. L’associazione è già intervenuta per il terremoto del 24 agosto scorso: da settembre a oggi sono stati inviati ben 21 ingegneri nelle zone tra Accumoli e Amatrice.

“Il nostro impegno è sempre vivo e concreto – sottolinea Gian Pietro Napol, presidente FOIV – . I nostri ingegneri, da mesi sul campo, sono pronti a intervenire per qualunque esigenza tecnica. Anche questa occasione, fortunatamente meno devastante,  richiede comunque una fase di valutazione e ricostruzione e noi saremo in prima fila per dare il nostro contributo”.

Di Azzurra Gianotto

Leggi tutto
scuola-alunni450

Nuovo bando regionale per gli edifici delle scuole paritarie

E’ la nuova iniziativa sperimentale assunta dalla Giunta reginale del Veneto, su proposta dell’assessore alla scuola Elena Donazzan, per le scuole materne, elementari e medie del sistema paritario veneto. Il bando prevede che le tre federazioni rappresentative degli istituti di ispirazione cattolica in Veneto (Fism per le materne. Fidae per elementari e medie e Foe per gli istituti della Compagnie delle Opere) selezionino tra i propri aderenti le scuole e gli interventi prioritari di messa in sicurezza svolti nel corso del 2016 e inoltrino domanda di contributo alla Regione entro il prossimo 30 novembre. Il contributo regionale non potrà superare il 70% della spesa sostenuta, per interventi compresi tra 10 e 50 mila euro. “Ho voluto attivare, in via sperimentale, questa forma di  aiuto alle scuole paritarie – dichiara Elena Donazzan – per la messa a norma dei loro edifici, in considerazione dell’importanza del servizio pubblico che svolgono in Veneto e della capacità di ‘rete’ che esiste tra istituti. Vista la ridotta disponibilità di risorse nel bilancio regionale di quest’anno, saranno quindi le federazioni delle scuole a gestire la lista delle priorità”. Se la gestione del bando darà esiti positivi, l’iniziativa potrà essere replicata con maggiori investimenti nei prossimi esercizi, dichiara l’assessore. “Si tratta di un modo innovativo e responsabile per intervenire, nonostante la crisi finanziaria, nell’edilizia scolastica, migliorando la qualità e la sicurezza degli edifici scolastici di proprietà privata”.

Di Azzurra Gianotto

Leggi tutto