Poste fa un “errore” di 1350 euro, gli intestatari del libretto fanno causa

1388084565-poste

1388084565-posteDue cittadini veronesi, attraverso Adiconsum Verona, hanno dovuto intentare causa a Poste Italiane, vincendola, per aver commesso un errore evidente. Aveva, infatti, consegnato, attraverso un dipendente, 1.350 euro di un libretto nominativo a persona diversa dagli intestatari del libretto. Nonostante la responsabilità palese dell’Ente i due cittadini veronesi hanno dovuto procedere per vie legali.

“Purtroppo con Poste Italiane è sempre necessario rivolgersi alla giustizia per ottenere tutela per i cittadini – afferma l’avv. Silvia Caucchioli, legale di Adiconsum Verona – anche di fronte ad un palese diritto alla restituzione del denaro ai titolari del libretto postale.”
Il Giudice di Pace di Verona ha riconosciuto la responsabilità di Poste che, non avendo compiuto in modo diligente il proprio lavoro, ha operato con colpa grave. Poste avrebbe potuto, solo con il reclamo del cittadino agli sportelli, restituire la somma consegnata a persona non autorizzata. Non avendolo fatto, ha quindi dovuto restituire i 1350 euro, e pagare anche gli interessi e le spese legali.

facebooktwitter