Pilkington torna a investire su Porto Marghera

pilkington

Nuovi investimenti: l’annuncio del progetto di ripartenza dell’altoforno della Pilkington Italia a Porto Marghera. L’attività era stata sospeda nel novembre del 2012 e il forno era dedicato alla produzione di vetri per l’edilizia

Presente all’evento l’assessore Elena Donazzan. “Le unità di crisi della Regione – commenta l’assessore veneto – hanno da sempre seguito le vicende alterne della Pilkington che ha avuto il suo momento più drammatico nella chiusura del forno industriale il 7 novembre 2012 e che rischiava di rappresentare la chiusura definitiva della storia di Pilkington a Porto Marghera”.

“La Regione del Veneto – sottolinea Donazzan – ha sempre creduto, al contrario, che ci potesse essere un futuro industriale dovuto alla peculiarità dello stabilimento e dei lavoratori, anche se la crisi del settore dell’edilizia a livello mondiale – esportando la Pilkington quasi la totalità della sua produzione – aveva compromesso le prospettive future”.

“Un plauso sentito – conclude l’assessore – va al sindacato e alla RSU che mai hanno smesso di credere e di lavorare per la riapertura del forno industriale e quindi della produzione. Dopo anni di chiusure e di miserie, posso gioire di una tanto attesa buona notizia a Porto Marghera, che dovremmo tornare a ribadire con forza essere la più importante zona industriale d’Europa”.

Azzurra Gianotto

 

facebooktwitter