Ora il Po fa paura

E’ attesa per sabato la criticità massima del Po in Veneto, in concomitanza con il peggioramento annunciato delle condizioni meteorologiche. La Regione Veneto con una nota fa sapere che “i tecnici della Protezione Civile stanno seguendo ora per ora l’evolversi della piena del Po, che sta in queste ore interessando l’Emilia Romagna”.
Non si può al momento escludere, fanno sapere i tecnici, “la possibilità di esondazioni nelle aree golenali e lacomparsa del fenomeno dei ‘fontanazzi’, già verificatosi in altre occasioni simili in passato.Data la particolarità del fiume, lo stato di criticità potrebbe durare anche alcuni giorni”.
Quindi, arrivano le rassicurazioni: “Gli uomini della Protezione Civile sono pronti ad intervenire con tutti i mezzi disponibili”. Ai comuni rivieraschi il compito dello sgombero e controllo delle attività in area golenale, dal transito sugli argini alla pesca, dai traghetti ai pontili; una verifica “senza allarmismi” che sarà diversa da zona a zona.
Intanto è stata attivata la convenzione con l’Aipo, l’autorità interregionale per il Po, per il monitoraggio della piena con squadre di volontari della protezione civile. Al momento sono una decina i gruppi operativi in campo sia per il servizio piena che contenimento, nel caso, di fontanazzi.
facebooktwitter

Lascia una risposta