Il Veneto sperimenta nuove forme di raccolta e riciclo della plastica

Promuovere la raccolta e il riciclo dei contenitori in plastica (Pet) con benefici, sia in termini di riduzione delle emissioni di CO2 prodotte, sia per il miglioramento della raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio. È quanto prevede il protocollo d’intesa che la Regione del Veneto, su proposta dell’assessore all’ambiente Maurizio Conte, ha sottoscritto con il Consorzio Coripet per migliorare l’efficacia e l’efficienza della raccolta differenziata, sperimentando, in tal modo, nuove forme di raccolta dei rifiuti.

“La Regione – spiega Conte – è impegnata nell’individuazione e nella realizzazione di iniziative nei diversi settori industriali, che consentano da un lato di quantificare le emissioni di gas serra e dall’altro di contenerne la loro produzione”. Le imprese aderenti a Coripet si sono impegnate nello sviluppo di una filiera chiusa della plastica allo scopo di migliorare la raccolta differenziata degli imballaggi in Pet da utilizzare nella fabbricazione di nuovi contenitori per liquidi alimentari, perseguendo obiettivi di riduzione dell’impronta di carbonio (Carbon Footprint). 
facebooktwitter

Lascia una risposta