Grandi navi a Venezia: siglato accordo per riduzione inquinamento

Venezia_Navi_c

Questa mattina è stato sottoscritto a Venezia l’accordo “Venice Blue Flag 2015”, che fa di Venezia il porto più green del Mediterraneo, consentendo di abbattere in misura rilevante gli inquinanti emessi nell’aria dalle navi in transito e all’approdo. Il Blue Flag prevede che ogni nave in arrivo a Venezia utilizzi, prima dell’ingresso in laguna e per tutto il periodo di stazionamento in banchina, carburanti a basso contenuto di zolfo (0,1%, contro il limite del 3,5% previsto dalla normativa italiana).
Il documento è stato sottoscritto, oltre che dal commissario di Venezia Vittorio Zappalorto, dal presidente dell’Autorità portuale, Paolo Costa, dal comandante della Capitaneria di Porto di Venezia, Amm. Tiberio Piattelli, e dai rappresentanti di 35 compagnie crocieristiche.
“Quello che sottoscriviamo oggi – ha sottolineato il commissario Zappalorto – è un accordo molto importante, perché consente di abbattere l’inquinamento prodotto dal transito e dallo stazionamento delle navi. Dal 2007, grazie allora prefetto Guido Nardone che per primo si adoperò per questo accordo, il protocollo si rinnova annualmente e, nel tempo, le analisi dell’aria hanno dimostrato l’importanza di questa buona pratica, che vede Venezia unico porto del Mediterraneo ad adottare, grazie all’impegno delle compagnie crocieristiche, questo tipo di carburante . Mi auguro – ha concluso Zappalorto – che anche nei prossimi anni si ripeta questa importante iniziativa a tutela dell’ambiente”.

facebooktwitter