Garda by bike: 184 km ciclabili intorno al lago

VERONA – Si potenzia la rete di piste ciclabili intorno al lago di Garda. Grazie alla collaborazione dei territori che circondano il lago è stato messo in cantiere un  nuovo percorso, denominato “Garda by Bike”, che sarà lungo  189 chilometri. L’obiettivo è di valorizzare i territori dal punto di vista del turismo e della fruibilità sostenibile, facendo conoscere il patrimonio culturale e ambientale della zona gardesana. Ulteriore scopo è quello di ampliare e integrare la rete dei collegamenti ciclabili e ciclopedonali presenti sul posto, condizione determinante per consentire un’offerta qualitativamente più allettante ai visitatori del Lago di Garda.  L’accordo siglato, di durata triennale, prevede la messa in opera di una segnaletica ad hoc e la redazione di materiale promozionale.
Leggi tutto

Aumentano arrivi e presenze in Veneto, sempre prima regione d’Italia

“Numeri che inducono all’ottimismo”:  così Marino Finozzi, assessore al turismo del Veneto, commenta gli ultimi dati relativi al turismo in Veneto. La regione si conferma la prima in Italia nel settore con un sesto delle presenze nazionali nei primi quattro mesi dell’anno. Gli arrivi sono in aumento del 6,4% rispetto al già discreto risultato dello scorso anno e le presenze segnano una crescita addirittura del 7,6%.
Gli ultimi dati fanno  ben sperare: da gennaio ad aprile si sono registrati 3.342.482 oltre 3,3 milioni di arrivi, dei quali  1,9 dall’estero (+ 6%) e 1,4 dall’Italia (+6,9%). Le presenze sono state 8,9 milioni circa: in larga parte registrate da turisti stranieri (58%, con un aumento del 6%) Ottime le performance dei mercati internazionali, con un ulteriore balzo del 28,1% dei turisti cinesi, ormai all’8° posto per presenze) e di quelli russi (+6,2%, al 6° posto). “Tornano anche gli italiani, che negli ultimi anni hanno fatto registrare cali anche a due cifre” afferma Finozzi, che si registrano attorno . Gli italiani, infatti, rappresentano il 42% delle presenze, con una crescita del +8,9%.
Guardando al futuro, non si sbilancia l’assessore al turismo: “I conti si fanno alla fine”, anche se i dati delle ultime indagini parlano chiaro e se il trend fosse mantenuto, a fine 2014 si avrebbe un record assoluto di arrivi e presenze turistiche in Veneto.
Nel dettaglio, tutti i comprensori turistici presentano risultati positivi, sia per arrivi sia per presenze (queste ultime con l’esclusione della montagna, che si presenta con un numero negativo), con un ulteriore exploit del Lago di Garda (+ 15,1% di arrivi, +22,4% di presenze) e con un buon risultato del balneare (+14,2% gli arrivi, + 23,3% le presenze). Bene anche le città d’arte che proseguono la loro progressione: + 5,3% gli arrivi e + 7,4% le presenze. Numeri positivi anche per le strutture ricettive di ogni tipo e categoria, con il boom dei campeggi (+ 47% di presenze) e di agriturismi (+ 19,4%). Persino gli alberghi a 1 e 2 stelle, da anni in calo di attrattività, hanno fatto segnare un +0,7%. 
 
Anna Michieletto 
Leggi tutto

Vicenza, una guida turistica dai giovani per i giovani

VICENZA – Una mappa della città dedicata ad un turismo under 35 e low cost. E’ questo l’obiettivo del nuovo progetto USE-IT Vicenza ideato e realizzato dall’associazione culturale giovanile PuntoVi in collaborazione con l’assessorato alla crescita del Comune di Vicenza e il Consorzio “Vicenza è”. USE-IT sarà il primo benvenuto che i giovani vicentini vorranno dedicare ai loro coetanei in visita in città, che siano partecipanti di scambi scolastici avviati con le città gemellate o giovani turisti da tutto il mondo o studenti che hanno scelto l’università di Vicenza.

Leggi tutto

Crescono le presenze nelle città d’arte

“Le ultime elaborazioni statistiche sui turisti che hanno pernottato in strutture ricettive venete nel periodo gennaio-ottobre 2013 mettono in evidenza il buon risultato delle città d’arte, che fanno registrare un +3,3% degli arrivi e un +2,3% delle presenze, confermando il trend di crescita del segmento del turismo culturale su cui bisogna continuare a investire. Per il Veneto, infatti, il binomio cultura-turismo è vincente”. Così il vicepresidente e assessore veneto alla cultura e alla statistica Marino Zorzato commenta le elaborazioni prodotte dalla Direzione Sistema Statistico della Regione, che hanno preso in esame l’andamento del mese di ottobre 2013 e del periodo gennaio-ottobre, raffrontandole con i dati dell’anno precedente.
Leggi tutto

Turismo accessibile, al via una mappatura in regione

Una mappatura delle strutture turistico-ricettive del territorio regionale in funzione della loro accessibilità da parte dei portatori di qualche disabilità fisica, sensoriale, alimentare o di altro tipo. L’ha annunciata l’assessore al Turismo Marino Finozzi, in attuazione del Progetto di eccellenza per lo sviluppo e la promozione del turismo accessibile, finanziato dallo Stato, con cofinanziamento regionale di 200 mila euro, per un totale di oltre un milione 920 mila euro.
“Sul tema dell’accessibilità e della sostenibilità del turismo siamo impegnati da anni – ha affermato Finozzi – nella consapevolezza che garantire l’ospitalità a tutti non è solo una scelta etica ma anche economica: un turismo accessibile si apre già oggi a 4 milioni di potenziali ospiti italiani, a 65 milioni di turisti europei, al 13 per cento dei turisti di tutto il mondo, mentre si calcola che nel solo vecchio continente verso il 2030 saranno circa 120 milioni i turisti con disabilità, che difficilmente si muovono da soli e di massima dispongono di tempo libero, propensione al viaggiare e spesso discreto potere d’acquisto. La stessa Commissione Europea ha espressamente previsto una linea d’azione dedicata al turismo delle persone diversamente abili ed ha siglato con il Veneto un protocollo d’intesa per l’attuazione di specifiche iniziative pilota”.
Con l’affidamento in convenzione a Veneto Promozione dell’incarico, verrà data attuazione a due specifiche azioni del Progetto di eccellenza: la “rilevazione e diffusione delle informazioni sull’accessibilità” e l’attività di “screening” delle strutture turistico – ricettive. “Una prima parziale rilevazione è stata fatta lo scorso anno dalla Regione con la collaborazione dei Comuni – ha ricordato Finozzi –. Ora ampliamo l’orizzonte della ricerca, per la quale Veneto Promozione predisporrà una apposita scheda per l’adesione volontaria delle strutture turistico – ricettive venete alla mappatura; reperirà un apposito software in grado di garantire una metodologia di rilevazione oggettiva, attendibile, competente e corretta; realizzerà la mappatura delle strutture turistico – ricettive venete, con priorità verso quelle alberghiere e quelle che abbiano manifestato interesse verso il progetto; realizzerà un logo regionale “Veneto Accessibile”, corredato da manuale d’uso”.
Leggi tutto

Enogastronomia, città murate, artigianato e ville venete: la proposta di “Pedemontana e Colli”

Il nuovo sistema turistico tematico del Veneto “Pedemontana e Colli” è pronto a muovere i primi passi per presentarsi come offerta unitarie e organizzata a fianco degli altri tematismi che fanno della regione, la prima in Italia per arrivi (quasi 16 milioni l’anno) e presenze (attorno ai 62 milioni, il 65 per cento delle quali stranieri). L’obiettivo è di mettere a punto le tappe di un percorso di valorizzazione e offerta innovativo che travalichi i confini provinciali e che dovrà necessariamente vedere la presenza attiva dell’imprenditoria privata. Un percorso che tenga conto anche dell’accessibilità, per rispondere alle esigenze di milioni di turisti con qualche disabilità (80 milioni solo in Europa).
Leggi tutto

Aumentano i turisti cinesi: gli operatori si preparano

Aumentano le presenze di turisti cinesi in Veneto. Il loro numero sta crescendo quest’anno con percentuali del 23 per cento, in arrivi e in pernottamenti. “I numeri assoluti sono ancora relativamente limitati – sottolinea Marino Finozzi, assessore regionale al turismo – ma le percentuali di crescita annuale sono costanti e i turisti provenienti dalla Cina si collocano nei primi sette mesi del 2013 al sesto posto per arrivi e al 12° posto nelle presenze, con prospettive di aumento molto significative”.
“Su questo mercato vogliamo perciò puntare con più forza nell’ambito dei Paesi Bric – spiega Finozzi – con specifiche iniziative di promozione turistica. La giunta regionale ha in proposito formalmente approvato la mia proposta di finanziare una prima serie di azioni di formazione sulle modalità di approccio verso questo promettente mercato e di informazione volta alla conoscenza delle attrattive turistiche della Veneto”.
A realizzare questo primo programma di incoming sarà il Consorzio di promozione e commercializzazione Turistica “Vicenza è”, che lo ha proposto in qualità di capofila dei Consorzi turistici interessati al mercato cinese, cui andrà un contributo di 130 mila euro”. “La Cina è un’area in grande evoluzione e con una grande prospettiva di crescita: l’aumento del benessere – afferma l’assessore – porta un numero sempre maggiore di abitanti ad affrontare periodi di vacanza per turismo e anche per shopping, al di fuori dei propri confini, soprattutto verso le più importanti città turistiche mondiali quale è per esempio Venezia. Ma i tematismi affascinanti non ci mancano”.
Il punto di partenza sarà dunque un’azione di informazione, formazione e sensibilizzazione degli operatori veneti interessati a ospitare turisti dalla Cina, che hanno esigenze e aspettative diverse dai tradizionali ospiti del Veneto, europei e occidentali, sui quali le nostre imprese turistiche hanno impostato la propria formazione e le proprie strutture. Saranno pertanto realizzati seminari nei quali sarà coinvolta la Fondazione Italia Cina, alla quale la Regione aderisce in qualità di socio e soggetto attuatore del progetto China Training Programm. Verrà inoltre elaborato un marchio di qualità per le strutture che si attrezzano per accogliere turisti cinesi adeguandole agli standard di qualità richiesti dagli operatori turistici di quel Paese. Saranno pure organizzati educational tour rivolti ai rappresentanti dei media cinesi e visite guidate in Veneto di operatori. Verranno infine preparate e selezionate guide turistiche in lingua cinese.
 
Leggi tutto

Il settore tiene anche nell’annus horribilis

Un agosto eccezionale e un ottimo settembre hanno ribadito l’ottima tenuta del Veneto turistico, che sostanzialmente conferma in termini numerici di presenze e arrivi il dato del 2012 in un anno, il 2013, nel quale il maltempo ha penalizzato le vacanze fino a tutto il mese di giugno. 
“Anche per l’anno corrente –ricorda l’assessore regionale Marino Finozzi – dovremmo superare bene i 60 milioni di pernottamenti. Di sicuro il Veneto ha confermato il suo appeal soprattutto per quanto riguarda gli ospiti stranieri e in particolare quelli provenienti dai Paesi emergenti”.
Il dato che emerge dai dati certificati relativi ai primi sette mesi dell’anno parla di un ulteriore calo dei turisti italiani, dell’ordine del 5 per cento in arrivi ma del 10 per cento in pernottamenti, parzialmente compensato dai turisti provenienti dall’estero con una crescita superiore al 20 per cento dei pernottamenti fatti registrare da olandesi, russi e cinesi e una conferma di quelli provenienti dai Paesi di lingua tedesca, che rappresentano il ‘nocciolo forte’ del turismo che dall’estero sceglie le mete della nostra regione”.
Leggi tutto

I turisti tedeschi puntano sul Veneto

Da gennaio a luglio di quest’anno sono stati quasi 790 mila i turisti provenienti da Paesi di lingua tedesca (Germania, anzitutto, ma anche Austria, Svizzera e Liectensthein) che hanno scelto per le loro vacanze le  grandi spiagge del Veneto, totalizzando quasi 5 milioni e mezzo di pernottamenti, su un totale di presenze italiane e straniere sulle spiagge venete pari a circa 13 milioni 800 mila. 
“Quello tedesco è il nostro più grande bacino turistico – ricorda l’assessore regionale Marino Finozzi – al quale i Consorzi  delle nostre spiagge hanno dedicato nel 2012 e 2013 altrettante campagne promozionali per far conoscere i valori delle nostre località balneari, ampliandone il gradimento e ottenendo una ottima risposta”.
“I risultati sono stati molto buoni nel 2012 – aggiunge – con una crescita percentuale degli ospiti tedeschi di circa il 3,3 per cento a fronte di un generale calo del turismo nazionale, mentre per l’anno corrente i primi dati sono soddisfacenti, ma per un bilancio completo occorrerà attendere i dati di agosto e settembre, considerata anche la tempistica della campagna realizzata nel 2013 e il maltempo della prima metà dell’annata”.
Leggi tutto