rovigo-in-love-run-it-00554589-001

Sport, cultura e turismo con “Rovigo in love”

Questo weekend di San Valentino sarà all’insegna dello sport, della cultura e del turismo a Rovigo. Sabato 18 febbraio in Piazza Vittorio Emanuele II avrà inizio il fine settimana dedicato alla Rovigo in Love.
L’evento organizzato dal gruppo Corri Sant’Apollinare in collaborazione con la Uisp di Rovigo, con il Comune di Rovigo e del Coni, è stato presentato ieri a palazzo Nodari.
Una giornata dedicata allo sport con camminata e corsa, ma anche all’amore per se stessi e per ciò che ci circonda, organizzata proprio nella settimana dell’amore. Per questo è stato dato spazio al “Villaggio in Love” curato da FEshion Eventi, che aprirà alle 9 di sabato con la degustazione e la vendita di specialità enogastronomiche e di altro genere, legati alla festa degli innamorati. Il villaggio resterà aperto fino a domenica sera.

“Uno dei pilastri della Uisp – ha detto il vice presidente Massimo Gasparetto -, è favorire e promuovere lo “sport per tutti”, ossia muoversi tutta la vita per stare bene e divertirsi. Questa iniziativa si colloca perfettamente nella nostra mission. E’ bello vedere che quando molte forze si uniscono, i risultati sono buoni”.

La mattina di domenica 19 dalle ore 08,30 Piazza Vittorio Emanuele II partirà “Rovigo in Love – Run It“, la camminata e corsa ludico motoria su tre percorsi a scelta di 5, 9 o 14 Km.
I percorsi, presidiati dai volontari dell’organizzazione, attraverseranno Rovigo e ne sveleranno alcuni scorci poco conosciuti oltre che a monumenti da riscoprire. Le iscrizioni saranno aperte fino a venerdì 17 febbraio presso i nostri punti elencati nella pagina facebook “Rovigo in Love“.

Oltre alla maglietta e allo zainetto ci saranno coupon e altri omaggi, grazie ai tanti sponsor che hanno creduto in questa prima edizione della manifestazione e che potrete conoscere tramite la pagina facebook.

 

Azzurra Gianotto

Leggi tutto
billy elliot

Gran Teatro Geox Padova, “Billy Elliot”: oggi l’ultima data del tour in Veneto

“Io non ho bisogno della mia adolescenza. Ho bisogno di ballare!”. Grande successo al Gran Teatro Geox di Padova per Billy Elliot, oggi è l’ultima occasione per vedere lo spettacolo che vi farà sognare. Appuntamento alle 18:00 di stasera per lo spettacolo. Con un nuovo protagonista è partito il lungo tour italiano del musica che celebra la passione per la danza e l’amicizia. Leggero come una piuma e luminoso come un diamante, deciso a spiccare il volo verso il suo sogno straordinario:  a teatro torna l’appassionante storia di “Billy Elliot il Musical”, lo spettacolo diretto e adattato in italiano da Massimo Romeo Piparo che torna ad emozionare il pubblico italiano.

A mettersi nei panni del protagonista il giovanissimo Arcangelo Ciulla, già nel cast dello scorso anno. Con lui anche altri due giovanissimi talenti, Matteo Valentini nel ruolo di Michael, l’amico di Billy, e Filippo Arlenghi in quello di Kevin, entrambi formati dall’Accademia del Teatro Sistina diretta da Piparo. All’interno del cast grandi attori italiani: Luca Biagini nel ruolo del padre Jackie Elliot; Sabrina Marciano sarà Mrs. Wilkinson, la maestra di danza che scopre il grande talento di Billy; Cristina Noci nel ruolo della nonna, Donato Altomare ed Elisabetta Tulli, il fratello Tony e la mamma di Billy. Nel cast anche 30 straordinari performer coreografati da Roberto Croce. La direzione musicale è del Maestro Emanuele Friello, le scene di Teresa Caruso, i costumi di Cecilia Betona, l’impianto luci di Umile Vanieri.

 

Azzurra Gianotto

Leggi tutto
carnevale-venezia-maschere

La grande apertura del Carnevale 2017 a Venezia

Un palcoscenico d’acqua e di meraviglia incanterà gli spettatori il sabato 11 febbraio. Grande apertura del Carnevale 2017 a Venezia con lo spettacolo sul Rio di Cannaregio: strutture galleggianti e tantissimi artisti in maschera fluttueranno sull’acqua portando in scena i vizi capitali. Tutto questo a partire dalle 18, con replica per chi se lo fosse perso alle 20. L’evento sull’acqua durerà mezz’ora.

Domenica 12 febbraio 2017 la festa mascherata continua con il corteo acqueo delle Associazioni Remiere e i percorsi enogastronomici con le specialità veneziane e i dolci tipici.

 

Azzurra Gianotto

 

Leggi tutto
mostra-dinosauri

A Padova la mostra “Dinosauri, i giganti dell’Argentina” presenta gli pterosauri

Continua il ciclo di conferenze a cura del Dipartimento di Geoscienze dell’Università degli Studi di Padova, questa volta alla scoperta degli Pterosauri, i draghi dell’aria. La conferenza proposta mercoledì 23 novembre alle ore 18 nell’auditorium del Centro culturale Altinate San Gaetano nell’ambito della mostra “Dinosauri, i giganti in Argentina”. Sarà prensente in veste di relatore Fabio Marco Dalla Vecchia, Ispettore onorario Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia. Di seguito una breve estratto in merito di Della Vecchia che parla di questi dinosauri alati.

“Gli Pterosauri comparvero alla fine del Periodo Triassico (215 milioni di anni fa), mentre Uccelli e Chirotteri sono comparsi, rispettivamente, 145 e 55 milioni di anni fa. Gli Pterosauri erano suddivisi in due gruppi: gli pterosauri primitivi – chiamati ‘Ramforincoidi’ – e gli Pterodattiloidei. Gli pterodattiloidei erano mediamente più grandi degli altri. Quelli più antichi risalgono al Giurassico Medio e gli ultimi si sono estinti 66 milioni di anni fa. A partire dal 2009, però sono stati trovati nel Giurassico superiore della Cina esemplari con caratteri intermedi tra gli pterosauri primitivi e gli Pterodattiloidei, i Wukongopteridi. Gli pterosauri più antichi – triassici – sono stati rinvenuti finora solo nelle Alpi (Italia, Austria e Svizzera) e in Groenlandia”.

M. Dalla Vecchia è laureato in Geologia e Dottore di Ricerca in Paleontologia dei Vertebrati. È autore di 90 articoli scientifici e 6 libri. Ha denominato 4 nuove specie di dinosauro (tra le quali Tethyshadros insularis), 3 specie di pterosauri (inclusi Carniadactylus rosenfeldi e Austriadactylus cristatus) e 1 di rettili marini (Bobosaurus forojuliensis).

 

Di Azzurra Gianotto

Leggi tutto
rugby

Rovigo, Avanti e indietro tra Canotaggio, Pugilato e Rugby

Venerdì 14 ottobre, alle 21, nella Sala Consiliare del Comune di Rovigo, si terrà la conferenza “Avanti e indietro tra Canotaggio, Pugilato e Rugby”. Dialogo sul valore dello sport, anche nell’ambito agonistico e di professione, moderato da Enrica Quaglio, docente della Scuola dello Sport del Coni, con ospiti prestigiosi di alcuni degli sport di fatica più conosciuti. Saranno presenti Rossano Galtarossa, padovano pluriolimpionico, medaglia d’oro nel 4 di coppia a Sidney 2000, Cristiano Castellacci, rodigino, campione italiano di pugilato pesi leggeri 1990, Perry John Parker, rugbysta inglese, campione italiano 2016 con la maglia del Rugby Rovigo Delta, e Antonio Pavanello, rugbysta rodigino campione italiano con il Benetton Treviso, azzurro e attuale direttore sportivo del Treviso. Durante la serata verranno proiettati vari documenti riguardanti la carriera sportiva degli ospiti. L’iniziativa è ideata e realizzata da MondOvale centro studi e documentazione, in collaborazione con l’Archivio di Stato di Rovigo e il patrocinio di: Provincia, Comune di Rovigo e Coni Veneto.

 

Di Azzurra Gianotto

 

Leggi tutto
bevilacqua

Il “Parco delle Eccellenze Italiane” veronese esporta arte e cultura italiana in Cina

Il “Demorfismo Fotografico” dell’artista e fotografo veronese Giovanni Bevilacqua, riempirà di colori gli ambienti del “Parco delle Eccellenze Italiane” per poi spostarsi in luoghi istituzionali e governativi. La scelta é ricaduta su Giovanni Bevilacqua, fotografo artista, in quanto produttore di un nuovo modo di usare la fotografia e la macchina fotografica. Arte nuova e futuristica  per la Cina di oggi, pronta a rinnovarsi.

Sarà “Il Viaggio” la prima mostra che Giovanni Bevilacqua porterà in Cina a ridosso del Natale europeo, sarà poi la volta di “Innamorati di Verona”, che affiancherà la grande mostra dell’arte del ‘600 italiano nella prossima primavera. Il “Parco delle Eccellenze Italiane” è un progetto nato dalla collaborazione tra Confimprese Nordovest e la municipalità di Hangzhou. L’obiettivo è quello di valorizzare il meglio del “made in Italy”, l’eccellenza, per favorirne l’accesso al mercato cinese. Innovazione, design e servizi avanzati per il luxury brand, il food, il commercio, il divertimento, il turismo, l’arte sono i punti su cui l’imprendioria italiana vuole puntare. L’area espositiva commerciale di oltre 87.000 m² permetterà di mettere in mostra vetrine per la vendita di prodotti e lo scanbio di servizi. Saranno anche opere di design e dell’architettura italiana gli stessi edifici che compongono il parco, per mostrare fin da subito al pubblico la qualità dell’arte “made in Italy”.Il “Parco delle Eccellenze Italiane è collocato all’interno del territorio della città di Hangzhou, una città con 4.700 anni di storia.  Il “Parco Eccellenze Italiane and outlet” è situato all’interno di Dachuan, polo commerciale di Dahzu, nella provincia di Sichuan. Copre una superficie di 52.131 mq. e un floorage di 212.000mq. L’accordo concluso con Confimprese Nordovest ha raggiunto i suoi obiettivi nella maniera più rosea. Tanto che oggi si pensa alla creazione di un edificio multifunzionale adiacente a quanto già prodotto per ospitare più di 100 brand italiani. Adiacenti al parco delle eccellenze italiane and outlet sorgono strutture quali: hotel in stile, uffici, centri benessere, ristoranti e luoghi di intrattenimento.
Giovanni Bevilacqua è un artista veronese, che vive tra Verona e Vicenza. Le sue immagini sono visioni della realtà, sono storie narrate. Ha attraversato la fotografia di strada, che pratica ancora ma interpretandola come una sua propria visione, piuttosto che l’attimo catturato. Ha ideato una corrente artistica denominata “Demorfismo Fotografico”  che persegue l’idea di usare la macchina fotografica come un pennello per disegnare piuttosto come una “fotocopiatrice” della realtà. Dice della fotografia Bevilacqua: “La fotografia è da sempre una realtà quasi virtuale nella quale l’uomo pensa di doversi inserire con lo sguardo, ovvero la fotografia può essere intesa come l’immagine di quello che ci circonda vista attraverso un angolo così ristretto e così acuto (nel senso di stretto) come quello dell’obiettivo della macchina fotografica. Ma questa alle volte non è arte fotografica. Il solo riprendere quello che ci circonda non è arte nel senso più stretto del termine, quando il fotografo non inserisce nulla di personale all’interno della propria immagine fotografica, o altro che sia, questo diventa solamente un esercizio di tecnica che non ha nulla a che vedere con l’arte e ancor di più con quella fotografica.”
La conferenza stampa di presentazione avverrà il giorno 13 ottobre alle ore 12 presso il Comune di Verona, Palazzo Barbieri in Sala Arazzi.

 

Di Azzurra Gianotto

Leggi tutto
film

Rovigo, ritorna la rassegna “Cinema in città 2016″

Dieci film di qualità per una rassegna che si sviluppa da ottobre fino a dicembre che si terranno al Don Bosco dalle ore 21. Torna il “Cinema in città”, l’iniziativa promossa dall’Arci provinciale in collaborazione con Comune  e Provincia e con il contributo della Fondazione Cariparo e di Bertòs. “Siamo felici di questa rassegna – ha detto l’assessore Alessandra Sguotti, facendo gli onori di casa alla conferenza di presentazione tenutasi oggi in Comune -, che fa rivivere il teatro don Bosco con la possibilità di andare al cinema in centro città. Ringraziamo per questa bella iniziativa sperando che continui nel tempo”.

Il presidente di Arci, Lino Pietro Callegarin, ha a sua volta, ringraziato il Comune “che ha avuto la sensibilità di far proprio questo progetto. Un progetto che vede anche la collaborazione culturale ed economica delle associazioni “Viva la Costituzione” e “Nazionale combattenti e reduci di Rovigo”, oltre alla Fondazione Cariparo e alla famiglia Bertòs sostenitori dell’iniziativa. I dettagli dei film sono stati illustrati da Andrea Tincani e Alessandra Chiarini che, insieme Sergio Garbato hanno scelto le pellicole della rassegna.L’idea è creare la consapevolezza che la cultura cinematografica è fondamentale, per questo verrà realizzato anche un libretto con le schede critiche del film e una sezione dedicate alle parole del cinema.
Si parte il 13 ottobre con “Citizen Kane”,(Quarto potere) di Orson Welles, segue il 20 ottobre un altro classico, “8 e ½” di Federico Fellini. Seguiranno le proiezioni di “Cinque pezzi facili”, un film legato alla musica, “Suffraggette” che ricostruisce il voto alle donne in Inghilterra e infine “Tempo di vivere” di Douglas Sirk, regista famoso nella Hollywood classica. L’ingresso è gratuito.

Di Azzurra Gianotto

Leggi tutto
EVENTO_defi-01

Padova Food Festival: vegetariani e carnivori si sfidano in una gara sul cibo

Nasce da un’iniziativa voluta dal Comitato per l’imprenditoria giovanile della Camera di Commercio, il Parco scientifico e tecnologico Galileo il Padova Food Festival, un’occasione per mettere al centro il cibo e la sua esplorazione.

La manifestazione pone al centro dell’attenzione l’innovazione nel “cibo”, contrapponendo (con spirito costruttivo e divertente) le due fazioni: meatty e veggy.

L’avvio del festival è avvenuto il 27 settembre con il lancio del brand ed un primo ciclo di seminari tenutisi al Centro Culturale San Gaetano che hanno raccontato il cibo nelle sue molteplici forme: salute, design ed innovazione. A questi incontri è seguita l’inaugurazione della Mostra sul Food promossa dal Sole24ore ed organizzata dal Comune di Padova e si è proseguito con altri seminari che hanno raccontato quando il Food è Benessere ed il Food è Comunicazione.

Ma adesso si entra nel vivo della seconda fase del Festival ovvero quella in cui sono state coinvolte e selezionate 40 aziende del comparto Food: 20 ristoratori e 20 produttori locali che dovranno essere accoppiati in squadre di lavoro ciascuna appartenente alla propria fazione “meatty o veggy”, per realizzare (ciascuna squadra) un piatto di street food innovativo. Questi piatti saranno presentati per la prima volta in occasione della manifestazione che si terrà in Prato della Valle – Isola Memmia l’ultimo weekend di Maggio (27-28-29 maggio).

Il 10 dicembre presso il Centro San Gaetano si svolgerà l’evento di matching che accoppierà produttori e ristoratori, estratti a sorte e si formeranno i team di lavoro che avranno a disposizione l’inverno (termine di presentazione delle ricette fine marzo) per realizzare in chiave innovativa un piatto che reinventa la tradizione da presentare poi alla fair di maggio.

Leggi tutto
free china - 10 dicembre 2015 giornata mondiale diritti umani

Padova, proiezione del film “Free China” per la Giornata mondiale dei diritti umani

L’associazione culturale “Il Ponte” onlus, in collaborazione con l’Assessorato alla cooperazione internazionale del Comune di Padova, in occasione della giornata mondiale dei diritti umani, presenta la proiezione del film documentario “Free China – Il coraggio di credere”.

Il film documentario del pluripremiato regista Michael Pearlman, già proiettato in più di 1.000 proiezioni private in tutto il mondo, tra cui il Parlamento Europeo, il Congresso USA, il Parlamento Italiano e il Quartier Generale di Google, svela al mondo le diffuse violazioni dei diritti umani che ancora oggi si registrano in Cina e la brutalità di uno Stato autoritario che si è scagliato contro i Tibetani, i Cristiani e cento milioni di praticanti del Falun Gong.

Il film racconta le coraggiose storie di Jennifer Zeng e Charles Lee, due perseguitati dal regime cinese per il loro credo spirituale, e le violazioni dei diritti umani che si verificano in Cina. Con la regia di Michael Pearlman. Al termine del film è possibile partecipare ad un dibattito sulla violazione dei diritti umani. Film documentario “Free China – Il coraggio di credere” Attenzione: la proiezione inizialmente prevista in sala Paladin di Palazzo Moroni è stata spostata nella sala consiliare “Giotto” di via Astichello, 18 – Padova.

Leggi tutto
_MG_1657 Mauro Romanzi

Al via oggi la seconda edizione del Sole Luna Treviso Doc Film Festival

TREVISO – Dopo il successo della prima edizione nel 2014 e l’importante riconoscimento della medaglia ufficiale ricevuta solo un mese fa dal Presidente della Repubblica, ritorna dal 14 al 20 settembre il Sole Luna Treviso Doc Film Festival, confermandosi come uno degli eventi più importanti dell’Estate Trevigiana e della regione Veneto.

L’edizione di quest’anno, che conferma la presidenza di Lucia Gotti Venturato e la direzione artistica dei giovani filmmaker Chiara Andrich e Andrea Mura, propone nuovamente al pubblico il concorso internazionale di documentari con una ricca selezione di opere con ben 32 tra cortometraggi e lungometraggi provenienti da tutto il mondo.

I temi dei film sono di bruciante attualità: dai conflitti politici della contemporaneità in Libia ai diritti violati degli indios in Guatemala, dalla vita di un villaggio in Burkina Faso alla frenesia di Las Vegas, dalle maternità surrogate in India alle lezioni di lingua farsi in Belgio, fino all’immigrazione in Italia, questione cruciale imprescindibile in regione. Fil rouge che connette ciascuna opera all’altra è l’identità culturale, intesa in ogni sua valenza, ma soprattutto come filtro e prospettiva per una rinnovata riflessione sul divario tra passato e presente, sulle possibilità di un dialogo con il diverso, sulla perdita e la sofferenza ma anche sull’arricchimento e la crescita che possono generarsi dall’incontro con l’altro.

Il programma cinematografico del festival si arricchisce inoltre di uno speciale focus composto da 5 cortometraggi realizzati da filmmaker sudamericani non professionisti reso possibile dalla collaborazione con l’associazione messicana no profit e progetto di formazione audiovisiva Ambulante Más Allá, ideata dall’attore Gael García Bernal con l’intento di “democratizzare la cultura del documentario”.

Ideato da Lucia Gotti Venturato con l’associazione Sole Luna – Un ponte tra le culture per creare spazi e occasioni di dialogo e confronto, per avvicinare popoli e generazioni, per raccontare con le immagini storie sconosciute di paesi vicini e lontani, e per educare al rispetto dell’alterità e al dialogo tra culture diverse, il festival Sole Luna da appuntamento al pubblico di Treviso, nelle prestigiose sedi del complesso di Santa Caterina e del Palazzo dei Trecento, messe a disposizione dall’amministrazione comunale.

Il Festival si svolge a Treviso presso il Museo di Santa Caterina e il Palazzo dei Trecento, dal 14 al 20 settembre 2015. Informazioni http://solelunadoc.org/.

Tutti i film sono sottotitolati in italiano e inglese.  L’ingresso a tutte le proiezioni e agli eventi è libero.

Leggi tutto