Consumo-del-suolo

Consumo del suolo, Calzavara: “La legge sarà approvata entro dicembre”

Sull’annosa questione del consumo del suolo, potrebbe arrivare presto un progetto di legge a firma Governatore Zaia e dei capigruppo Finco e Rizzotto. A darne notizia è il Presidente della Seconda Commissione del Consiglio regionale del Veneto Francesco Calzavara, che detta le tempistiche per l’approdo in Aula del testo che andrà a modificare radicalmente la pianificazione urbanistica del Veneto.

“Rigenerazione urbana, efficienza energetica e qualità architettonica – ha affermato Calzavara in una nota stampa – sono i principi ispiratori di questa legge che mira al consumo zero del suolo in un Veneto, che negli anni del boom economico, ha creato zone industriali dense di capannoni e che oggi, la crisi economica, ha drammaticamente reso improduttivi”.

Dopo la presentazione del progetto di legge nel mese di settembre sono previste le audizioni dedicate agli stakeholder del settore, in ottobre si proseguirà con la discussione e l’esame del testo, per arrivare nel mese di novembre alla stesura del testo definitivo da approvare e sottoporre al consenso del Consiglio regionale. Il testo in esame potrebbe significare un’opportunità per il ripensamento e la riqualificazione del paesaggio e del patrimonio immobiliare dei Veneti.

“Sono convinto – conclude Calzavara – che insieme all’assessore Corazzari, che ha dato la sua più ampia disponibilità a seguire i lavori di costruzione di questo provvedimento, i Veneti fra qualche mese avranno a disposizione una legge che, oltre a valorizzare l’esistente patrimonio immobiliare e paesaggistico, sarà in grado di rendere il Veneto ancora più bello, accogliente e attrattivo”.

Leggi tutto
siccita-agricoltura-in-ginocchiocoldiretti-e-calamita-naturale_868ea456-2fc5-11e5-a667-5a37cb712f89_700_455_big_story_linked_ima

Siccità, l’agricoltura veneta fa i conti con Caronte

L’allarme siccità in campagna era già scattato qualche settimana fa, ora le temperature di questi giorni, con Caronte che non molla la presa sul Veneto, hanno fatto precipitare la situazione. Lo dice Coldiretti Veneto che sta monitorando l’andamento stagionale di colture e allevamenti. A rischio le colture di mais, frutta e ortaggi.

Sul fronte degli allevamenti,  si ipotizza una perdita del 10 per cento della produzione mensile di latte.  La frutta ha bisogno di irrigazione per la sofferenza delle piante, il calore esagerato non risparmia pesche, pere e mele, quindi gli imprenditori agricoli stanno programmando interventi d’emergenza  per salvaguardare la qualità e sicurezza alimentare dei prodotti.

Coldiretti, che aveva previsto la variazione climatica, ha per tempo richiesto l’erogazione del supplemento di gasolio per l’aspersione d’acqua . “Difficile fare stime in questo momento – precisa Coldiretti in una nota stampa – anche alla luce di una imminente perturbazione “Circe” che nella migliore delle ipotesi potrà ripristinare la normalità”.

Leggi tutto
Villa dei Vescovi Foto Mauro Ranzani, 2011 © FAI - Fondo Ambiente Italiano

Le domeniche del FAI: Agricola, ritornare contadini

Una domenica a stagione per vivere la campagna e il naturale legame dell’uomo con la terra: con “Agricola” Villa dei Vescovi, bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano a Luvigliano di Torreglia (PD), invita i visitatori a “sporcarsi le mani di terra”, scegliendo di trascorrere una giornata lavorandola, toccandola, accompagnandone i ritmi stagionali e assaporando colori e odori.

Secondo appuntamento domenica 21 giugno, con tante attività, laboratori e incontri che permetteranno al pubblico di sperimentare il contatto ravvicinato con la natura e con il ciclo delle stagioni e di riscoprire il vecchio brolo della villa con il vigneto, il marascheto, l’orto, il frutteto, il laghetto e l’area che sarà destinata all’apicoltura.

Dalle ore 10 alle 12 l’area del brolo sarà teatro dei laboratori agricoli per grandi e piccini a cura della cooperativa Piccola Città per quanto riguarda l’orto, al pomeriggio dalle 15 con l’azienda agricola Vignalta per i lavori nel vigneto, e con Terra di Mezzo alla scoperta del sorprendente mondo delle api.

Alle ore 12 in barchessa si terranno specifici interventi sul tema delle “Bioresistenze: l’agricoltura come impegno”, a cura di Guido Turus. Si tratterà di incontri e racconti di agricoltori “bioresistenti” del territorio che avranno la possibilità di narrare le loro storie di ritorno alla terra, ai suoi ritmi e ai suoi lavori.

Durante tutta la giornata, in diversi spazi della villa, artigiani e mastri eseguiranno dimostrazioni pratiche e laboratori su antichi mestieri rurali e artigianali per riscoprire toccando con mano antichi saperi che stanno cadendo in disuso.

Programma di domenica 21 giugno:

Dalle ore 10 alle 12
L’orto di Villa dei Vescovi. Laboratorio pratico e teorico. A cura di coop. Soc. Piccola Città
L’orto dei piccoli: creiamo vasetti colorati e spaventapasseri per il nostro orto e il nostro giardino. A cura di coop. Terra di Mezzo.

Dalle ore 12 alle 13
Bioresistenze: l’agricoltura come impegno
Intervengono: Guido Turus, curatore del progetto “Bioresistenze” e responsabile Mo.Vi., Michele Littamè dell’Azienda agricola Littamè di Sant’Urbano e Devis Zanaica del Frantoio di Cornoleda di Cinto Euganeo.

Dalle ore 13
Pranzo in villa: possibilità di gustare piatti deliziosi sulle terrazze della villa. A cura di Osteria di Fuori Porta.

Dalle ore 15 alle 16.30
Il vigneto dei piccoli: il percorso dell’uva e giochi tra i filari. Per bimbi dai 4 ai 10 anni. A cura di coop. Terra di Mezzo.
Spaventapasseri fai da te: creiamo uno spaventapasseri per il balcone di casa. Per bimbi dai 4 ai 10 anni. A cura di coop. Terra di Mezzo.
Dalle ore 16.30 alle ore 18.30
Il vigneto di Villa dei Vescovi: visita al vigneto a cura dell’Az. Agr. Vignalta.
Dalle ore 17 alle 18.30
L’apicoltura: come vivono le api? Per bimbi dai 3 ai 6 anni. A cura di coop. Terra di Mezzo.
Spaventapasseri fai da te: creiamo uno spaventapasseri per il balcone di casa. Per bimbi dai 4 ai 10 anni. A cura di coop. Terra di Mezzo.
Alle ore 11, 15 e 17
Visita speciali alla villa e al parco.

Tutto il giorno
Laboratori e dimostrazioni sul mondo agricolo e ciò che lo circonda: i semi antichi, come fare le confetture, come impagliare le sedi, come lavorare al telaio e tanto altro.

Leggi tutto
terremoto-900x450

Terremoto a Treviso, i Geologi del Veneto: “Episodi ordinari, ma da non sottovalutare”

“Le ultime scosse di terremoto che hanno interessato l’area a nord del Montello vanno associate a fenomeni sismogenetici ben conosciuti, iniziati migliaia di anni fa e tutt’oggi ancora attivi.” Il Presidente dell’Ordine dei Geologi della Regione Veneto così commenta i fenomeni sismici avvenuti nel trevigiano negli ultimi giorni.

Episodi di ordinaria amministrazione, rassicura il presidente Spagna, “da considerarsi in senso positivo poiché tendono a scaricare l’energia del sistema dal suo potenziale sismico accumulato lungo la faglia”, ma da non sottovalutare in termini di cautela. “Oggi nessuno è in grado di sapere quando si svilupperà l’evento catastrofico, ma sarebbe imperdonabile – sottolinea Spagna – che nel frattempo non si mettano in atto tutte quelle precauzioni tecniche che la normativa antisismica già prevede”.

Tra queste, risale al 2012, all’indomani del terremoto del Polesine, la proposta dell’Ordine dei Geologi alla Regione Veneto di obbligare tutti i Comuni di dotarsi di uno studio di Microzonazione Sismica, in modo da avere uno strumento che “potesse essere di indirizzo programmatorio per le politiche di sviluppo del territorio, ma questo sembra che potrà essere possibile solo a partire dal 2016 e non prima, accumulando ritardi che possono rivelarsi fatali”.

L’attenzione al problema è massima, e i margini d’intervento per presentare soluzioni immediate sono già stati sottoposti al vaglio dei candidati governatori della Regione Veneto, in vista delle prossime elezioni. “Abbiamo sottoposto ai candidati governatori un nostro manifesto al fine di contribuire a risolvere alcuni problemi importanti che incidono sullo sviluppo e la crescita della Regione – conclude Spagna -, tra cui anche la prevenzione e mitigazione del rischio sismico, in modo da stimolare attraverso lo studio puntuale della risposta sismica locale la ripresa consapevole degli investimenti privati per il miglioramento antisismico del patrimonio edilizio esistente, anche attraverso incentivi e sgravi fiscali”.

Leggi tutto
Venezia_Navi_c

Grandi navi a Venezia: siglato accordo per riduzione inquinamento

Questa mattina è stato sottoscritto a Venezia l’accordo “Venice Blue Flag 2015”, che fa di Venezia il porto più green del Mediterraneo, consentendo di abbattere in misura rilevante gli inquinanti emessi nell’aria dalle navi in transito e all’approdo. Il Blue Flag prevede che ogni nave in arrivo a Venezia utilizzi, prima dell’ingresso in laguna e per tutto il periodo di stazionamento in banchina, carburanti a basso contenuto di zolfo (0,1%, contro il limite del 3,5% previsto dalla normativa italiana).

Leggi tutto
giornate fai

Giornate FAI: i luoghi in Veneto

“Ricordiamoci di salvare l’Italia”, questo lo slogan della campagna del FAI (Fondo Ambiente Italiano) per la XXIII edizione delle Giornate del Fai di Primavera, in programma sabato 21 e domenica 22 marzo. Un appuntamento che suona più come un appello rivolto a tutti gli italiani, per sostenere e valorizzare l’operato di aziende ed enti pubblici che lavorano costantemente per proteggere i beni culturali del Bel Paese. 

Leggi tutto
raccolta-differenziata

Rifiuti, pulizia straordinaria per 44 giorni

TREVISO – Partirà mercoledì 4 marzo il servizio di pulizia straordinaria di tutto il territorio comunale, attivato da Contarina e fortemente voluto dall’amministrazione comunale. Per 44 giorni 10 netturbini raccoglieranno i rifiuti abbandonati lungo i cigli stradali e i fossati, soprattutto rifiuti di dimensioni ridotte come lattine, bottiglie, cartacce, pacchetti di sigarette, scontrini fiscali, borsette e piccoli rifiuti. Un’attività di pulizia straordinaria che integra la raccolta svolta tutto l’anno dal netturbino di quartiere.

Leggi tutto
traffico smog

Nel 2014 PM10 a livelli critici in 6 città capoluogo su 7

“Solo nei primi venticinque giorni del 2015 ci sono città, come Vicenza, Venezia e Treviso, che hanno già raggiunto la metà dei superamenti massimi annuali di PM10 previsti dalla normativa. Se si pensa che mancano ancora 340 giorni alla fine del 2015, è facile capire come la situazione delle città venete sia davvero fuori controllo”. A lanciare l’allarme è Legambiente Veneto, che ha presentato oggi il rapporto “Mal’aria”.

Leggi tutto
classe

Incontri a scuola per educare alla sostenibilità ambientale

VENEZIA – Educare al riuso, sensibilizzando i giovani, significa anche insegnare a limitare gli sprechi ambientali, per costruire una coscienza consapevole e rispettosa della natura. Per questo motivo negli istituti scolastici del comune di Venezia sono iniziati gli incontri dedicati al cambiamento climatico e l’efficienza energetica, con l’intento di accompagnare le nuove generazioni verso un futuro più consapevole e sostenibile.

Leggi tutto